1° e 2° giornata 2015/16

Qui sul sito vorremmo iniziare a scrivere le nostre impressioni sulle partite del Latina appena disputate dando uno sguardo anche a quello che c’é intorno alla squadra come facciamo già con gli articoli specifici. In questa “opera prima” saremo un po’ più prolissi, magari, e meno incentrati sulla partita, ma è necessario che sia così per questa volta.

Un saluto a tutti i calciofili nerazzurri e non che leggeranno questo pezzo. Lo scrivo senza la presunzione di avere ragione o raccogliere la totalitā dei consensi, lo scrivo perché sonouno dei cittadini di Latina innamorati della propria città e della squadra di calcio che la rappresenta.

Prima di tutto spero che le mie parole vengano lette da qualcuno, in secondo luogo spero che, chi non fosse d’accordo con me, esprima il suo parere sul sito.

Veniamo al dunque, come tutti ben sappiamo questa stagione si è definita come piena di problemi e incertezze già prima di iniziare viste tutte le problematiche legate allo stadio, a partire dal mancato ampliamento, passando per il rischio di non giocare al Francioni e culminato nella richiesta di somme di denaro arretrate che la società deve al comune, pena la chiusura dello stadio.

Vabbè, puō capitare che in una città soggetta a commissariamento del comune ci siano questi disguidi, quello che ci lascia perplessi è l’accanimento nei confronti della società appena si è visto uno spiraglio per poter attaccare il presidente.
Ovviamente ognuno di noi la pensa in modo diverso sulla questione e noi qui non vogliamo fare politica, noi siamo grati alla società che ci ha regalato gioie indescrivibili nelle passate stagioni e siamo pronti a criticare le cose che secondo noi non vanno bene, come farebbe qualunque tifoso di una qualsiasi squadra. Allo stesso tempo troppe volte sentiamo dire alla gente “spero che il Latina fallisca“, “come fai a tifare Latina“, “non tiferō mai una squadra gestita da certa gente“, ecc…

Io penso che le persone che dicono queste cose siano persone limitate, non capaci di scindere la sfera politica da quella sportiva, il bello è che mi danno del pazzo quando dico che a me non interessa chi sia il presidente perché io tifo per la mia squadra, intesa come colori e non come giocatori. A gente come me interessa solo la maglia, per questo non critico il mercato (anche se avrei gradito scelte diverse soprattutto in attacco), gente come me valuterà l’operato di società, giocatori e tecnico fra qualche settimana, quando si inizierà a capire se realmente il Latina sia una squadra costruita con criterio.

Dopo questo mio sfogo, che comunque ritengo sia pensiero comune a molti di noi, vorrei esprimere il mio modesto punto di vista su queste prime due uscite del nostro amato Latina.

Sia a Novara che in casa contro il Trapani ho visto una squadra dai due volti, molle e poco convinta sullo 0-0, grintosa e piena di rabbia dopo aver subito il goal. Perché questa grinta non la si vede da subito? Io penso perché la condizione fisica non sia ancora ottimale. Oltre questo ho visto voglia di creare gioco ma a volte i giocatori erano un po’ troppo immobili per dare sbocco alla manovra, ma anche questo credo sia dovuto al fatto che la condizione migliore ancora non sia stata raggiunta. Oltre questo non credo ci sia molto altro da dire, se non che per due partite siamo stati in superiorità numerica ma non siamo riusciti a sfruttarla come avremmo dovuto, ma non voglio esprimere un parere affrettato sulla questione.

Parlando dei vari reparti della squadra oltre la Garanzia del nostro portierone ho visto una difesa impostata bene, anche se un terzino destro e uno sinistro in pių non sarebbero stati di troppo in questa rosa, con il difetto che a volte temporeggia un po’ troppo e finisce con lasciare liberi gli avversari come è successo nei due gol subiti finora. Se il mister caricasse di oneri difensivi maggiori un mediano potremmo avere pių filtro ma sicuramente lui ne sa più di me sulla questione; il centrocampo visto a Novara mi ha fatto imprecare e parecchio, quello visto in casa mi ha fatto tirare un sospiro di sollievo, rispetto alla prima mi è sembrato che Moretti dia più equilibrio e sinceramente Minala non mi sembra un trequartista ma al massimo può alternarsi con Olivera e lo stesso Moretti sfruttando il suo gran fisico per imporsi la in mezzo, Schiattarella mi piace punto e basta; gli attaccanti sono tutt’ora argomento di discussione in qualsiasi angolo della città, li davanti facciamo fatica ad incidere! Visto quello che abbiamo in casa ci sembra logico puntare su Corvia a Novara e Jefferson in casa nel ruolo di prima punta, anche se il brasiliano non è al top della forma, ma ci piacerebbe vederli agire insieme nelle prossime partite se il mister riuscirà a collocare con loro Dumitru, che mi ha fatto davvero una bella impressione lunedì sera, mentre Acosty lo vedo più da inserire a partita in corso.

Ripeto, io sono un umile tifoso come voi che leggete e ho deciso di scrivere qualche riga per confrontarmi con gente che non conosco, per vedere quanti la pensano come me e quanti no, sempre sperando che qualcuno legga questo pezzo e decida di esprimere il suo parere. Io intanto vi saluto e vado a comprare il biglietto per la partita di martedì, così se vi ha fatto piacere leggere queste righe potrete dare un’occhiata anche al prossimo pezzo, che spero sarà più celebrativo.

Un saluto a tutti e fino alla fine #forzalatina !!!

-E-